Press

Press

In giro su due ruote

I sistemi di assistenza di Continental garantiscono la sicurezza sulle motociclette.

31/01/2018
In giro su due ruote

In giro su due ruote: i sistemi di assistenza di Continental garantiscono la sicurezza sulle motociclette

I sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida sono sempre più importanti per le motociclette e oggi, in molti modelli, rientrano nella dotazione standard. L’ABS per motocicli è l’elemento pioneristico in materia di sicurezza che dal 2016 è diventato obbligatorio nell’Unione europea per tutte le serie di modelli di nuovo sviluppo e dal gennaio 2017 per tutte le moto nuove in vendita con una cilindrata superiore a 125 centimetri cubici. Oggi gli altri “assistenti” divenuti di serie che intervengono nella guida prima che si verifichino situazioni critiche sono tantissimi. In considerazione della tecnologia sempre più complessa dei motori e dei veicoli questi “compagni di viaggio elettronici” acquistano sempre maggiore importanza e, in molti modelli hightech, sono ormai diventati irrinunciabili. Continental ha mostrato all’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo EICMA di Milano quali sistemi di assistenza segneranno il passo in futuro.

I sistemi frenanti ABS sono il miglior esempio di un lavoro discreto ed efficiente con un elevato grado di efficacia. Continental sviluppa e produce questi sistemi da oltre dieci anni per i produttori di motociclette in tutto il mondo. Per farlo gli ingegneri fin dall’inizio hanno potuto contare sull’esperienza decennale nei settori delle autovetture e dei veicoli commerciali, soprattutto per quanto riguarda i freni e i sensori, e realizzare un ampio spettro di sistemi di assistenza alla guida per le due ruote. Nello sviluppo di questi sistemi si è tenuto conto di una particolarità della guida di un veicolo a due ruote: i sistemi di assistenza alla guida devono garantire la piena libertà del guidatore. Una convinzione che gli ingegneri di Continental hanno fatto propria: “I nostri sistemi supportano il guidatore senza imbrigliarlo” afferma Tobias Butz, Direttore di progetto e ingegnere dello sviluppo per ARAS (Advanced Rider Assistance Systems) presso Continental Engineering Services.

TKC70


Ridurre la fatica del guidatore in tutte le situazioni

Il sistema di riconoscimento dei segnali stradali (Traffic Sign Assist) si è rivelato essere un elemento discreto ma efficiente che aiuta a mantenere elevato il livello di attenzione. Registra e segnala i limiti di velocità e i divieti di sorpasso e li mostra al guidatore. Inoltre con l’aiuto del sistema di controllo dell’angolo cieco (Blind Spot Detection) è in grado di evitare che si verifichino situazioni critiche durante il cambio di corsia. Il radar retrovisore registra i veicoli che procedono dietro alla moto e avverte il guidatore della presenza di oggetti che si trovano nell’angolo cieco dello specchietto. L’analisi dei veicoli che precedono tramite la telecamera e/o il radar, insieme alle funzioni di segnalazione di possibili collisioni (Forward Collision Warning) o l’assistente alla frenata di emergenza servono ad evitare che si verifichino incidenti con gravi conseguenze. I sensori ambientali rilevano inoltre in una frazione di secondo una improvvisa riduzione della distanza dal veicolo che precede, avvertono il guidatore oppure – nel caso in cui il guidatore abbia entrambe le mani sul volante – possono addirittura iniziare una frenata necessaria. Anche la funzione intelligente con adattamento automatico della distanza (Adaptive Cruise Control) serve a garantire una maggiore sicurezza. Infatti non solo mantiene costante la velocità ma anche la distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

Il sistema intelligente di assistenza ai fari (Head Light Assist) riduce il lavoro del guidatore e interviene a commutare i fari da anabbaglianti ad abbaglianti quando fa buio. Il sistema rileva la presenza di veicoli che precedono o che viaggiano in direzione opposta e passa automaticamente all’illuminazione ottimale senza abbagliare gli altri utenti della strada.

Un contributo decisivo per un futuro sicuro

I sistemi Continental di assistenza alla guida per i motociclisti mettono a frutto la lunga esperienza di ricerca e sviluppo delle autovetture e contribuiscono in maniera decisa ad avvicinarsi sempre di più alla “Vision Zero” del gruppo – un futuro senza vittime, feriti e incidenti sulle strade, come sottolinea Tobias Butz.

Un’ampia scelta di sistemi ABS

I potenti sistemi ABS di Continental vanno dal semplice ABS monocanale per scooter e piccole motociclette, all’ABS MK 100 a due canali e all’MK 100 MIB – sistema frenante integrale – pensato per le moto ad alte prestazioni di diversi segmenti con funzioni di controllo estese come ABS per uso sportivo e fuoristrada, frenate in curva o funzione di tenuta in montagna quando la moto è ferma senza che venga attivato il freno permanentemente. Il prodotto sviluppato più di recente, MK 100 MIB EVO, con un peso di 1140 grammi, pesa 500 grammi in meno del predecessore.

TKC70


Contatti
Giorgio Cattaneo

PR & Communication Manager

 

Contatti
Marco Vellone

PR & After Sales Director

Continental Italia SpA
Via G. Winckelmann 1- Milano

+39 02.42410.286

Utilizziamo i cookie per offrire agli utenti un’esperienza eccellente sul nostro sito web. Fai clic qui per scoprire di più o per modificare le tue impostazioni sui cookie.