New content item

Turismo e Lifestyle

South garage: la moto come espressione d’arte

South Garage

“La scintilla che ha fatto nascere South Garage nasce dal bisogno di costruire quello che non c’era e dal desiderio di concepire la moto quale estensione del proprio essere.” Così parla Giuseppe Carucci – a capo dell’atelier – oggi a Milano.

“Nasce in un pomeriggio di inverno in un paesino a ridosso della costiera amalfitana, di origine normanna, dove le cose scorrono lente, ma ci sono solo cose autentiche. Nasce da una scommessa fatta con noi stessi. Creare un progetto di moto custom che facesse parlare di sé. Abbiamo iniziato da un piccolo garage; anzi dai nostri rispettivi garage di casa, acquistando le prime chiavi esagonali, e poi un piccolo banco da lavoro. Ognuno di noi quindi, la sera, si trovava in garage per modificare la propria moto. Non potevamo permetterci di trasferirci a Milano, ma lo abbiamo fatto lo stesso. Quando siamo partiti di customizzatori ce n’erano pochi. Si erano viste solo grandi moto americane accessoriate fino all’esagerazione. Noi volevamo qualcosa di diverso, qualcosa di essenziale che facesse risaltare i materiali, che fosse elegante. Noi cerchiamo di riunire in un unico prodotto le cose belle dell’Italia. La manifattura, l’artigianalità. Ricordo ancora il nostro incontro a Napoli con il nostro verniciatore di fiducia per scegliere i colori; per scegliere lo stile dell’intero progetto. Era un rito. Il custom secondo me è la sensibilità di vedere le cose non come sono ma come potrebbero essere. Il cliente custom cerca un’esperienza di acquisto, e vuole partecipare alla nascita e all’intero processo di costruzione della sua moto dall’inizio alla fine. Insieme a lui si inquadra il canone stilistico di riferimento si crea il bozzetto, poi si trasferisce in digitale con una fedeltà quasi assoluta, in modo che il cliente, già dall’inizio, sa quale sarà il risultato.”

La passione per i dettagli e per i particolari.

Una visita in atelier è un’esperienza che mette d’accordo gusto e passione. Ogni dettaglio è studiato, ogni particolare è frutto di cure sapienti. Solo così – vedendo dal vero - si capisce come il risultato finale sia così armonioso, così creativo e semplicemente bello. Queste moto hanno una loro vita, si esprimono anche da silenziose in un ambiente che è una fusione tra un’officina meccanica e uno studio di architettura. Si intuisce come possano diventare la luce degli occhi di proprietari che di sicuro le ameranno moltissimo. E’ una nuova tendenza che segue la ricerca della personalizzazione, dell’oggetto esclusivo, del pezzo unico. Sono icone. Non più semplici motociclette. Sono oggetti che riflettono la personalità di chi le possiede. E sono state costruite con un unico scopo. Farsi guardare.

I proprietari? Non sono giovani e possono spendere.

Gli oggetti esclusivi, si sa, sono oggetti costosi. Chi si fa costruire una moto così ha una grande passione e una buona capacità di spesa. È un motociclista anomalo, che cerca icone di stile e ama i dettagli ricercati ed eleganti. C’è in tutta Europa, in Francia in Spagna e in Inghilterra. E c’è un circuito europeo di persone che si incontrano in eventi come The Reunion – a Monza – del quale parleremo nella prossima Newsletter. In questi eventi i vari customizer hanno modo di confrontarsi, gareggiare e di esporre le loro creazioni.

Continental approccia questo mondo. Per riposizionare il brand in un contesto di influencer.

La collaborazione con South Garage nasce dalla volontà di rendere esplicita una presenza che già è nei fatti. Alcuni prodotti moto di Continental hanno infatti sempre avuto successo in questo mondo per il loro look molto caratterizzante. Perché in questo mondo gli pneumatici si scelgono soprattutto per la personalità che sanno dare alla moto. Il TKC 80, per il suo aspetto solido e rude ha sempre incontrato un successo clamoroso. La scelta di alcune case di produrre moto come la NineT di BMW che li monta di primo equipaggiamento deriva direttamente dal successo del prodotto custom. ContiRaceattack rain, con il suo disegno ad intagli fitti ha grande successo. Anche il RoadAttack 2 ha un disegno originale, personale, e quindi ha successo.

Il Brand Continental? Immagine ricercata, sofisticata e tecnologica.

Il mondo del custom di alto livello è un mondo dominato dai social. I risultati di visibilità che si possono ottenere in questo ambiente sono straordinari. Per questo Continental ha deciso di affacciarsi a questo mondo, fatto di stile e di dettagli. La collaborazione con South Garage prevede la fornitura di pneumatici per l’attività agonistica della squadra corse che gareggia nelle gare di accelerazione. Ma è la porta di accesso ad un mondo di immagini che rimbalzano in tutti i social a livello europeo. In termini di marketing un piccolo investimento con un grande potenziale. Nessun cliente di livello di un grande customizer sceglierebbe un pneumatico solo bello. Ci vuole anche molto contenuto.

Torneremo ad aggiornarvi dopo l’evento “The Reunion” nella prossima newsletter. E vi racconteremo altro su questo mondo affascinante.

Qualunque sia la tua emozione, mettiti in moto con Continental

Utilizziamo i cookie per offrire agli utenti un’esperienza eccellente sul nostro sito web. Fai clic qui per scoprire di più o per modificare le tue impostazioni sui cookie.