Prodotti per Auto / Van / 4x4

Artist Julian Montague holding a picture of a 1974 BMW 2002

The "Original Equipment Heroes" Art Project

Auto iconiche che NEL TEMPO hanno montato pneumatici continental

Two cars that have featured and will feature Continental Original Equipment tires – the 1901 Mercedes 35 PS and 2020 VW ID.3

Continental ha alle spalle ormai quasi 150 anni di storia e, in qualità di produttore di pneumatici, ogni capitolo della sua storia è strettamente legato a quello delle case automobilistiche che hanno scelto di equipaggiare le loro vetture con pneumatici Continental. Dai primi veicoli motorizzati che hanno viaggiato su strade pubbliche, ad alcune delle auto più popolari, più innovative e richieste oggi in produzione, i nostri pneumatici hanno da sempre fatto la storia dell’automobile. Allora, come oggi, alcuni dei più grandi marchi automobilistici si sono affidati a Continental per completare le loro innovazioni con pneumatici tecnologici.

Nel 1901, la Mercedes 35 PS, prima auto prodotta da Wilhelm Maybach e Paul Daimler con il nome Mercedes, dominò la Nice Race Week montando pneumatici Continental. Nel 1925, la prima Rolls-Royce Phantom montava in primo equipaggiamento i nostri pneumatici, così come nel 1955 la Volkswagen Beetle, nel 1964 la Porsche 911 e nel 1986 la Land Rover D90, per menzionarne alcune. Oggi, in Europa, una nuova macchina su tre monta pneumatici Continental – e molti altri produttori di automobili di tutto il mondo si sono aggiunti alla lunga lista di marchi che scelgono pneumatici Continental in primo equipaggiamento. Con la Volkswagen ID.3, che nel 2020 monterà come primo equipaggiamento pneumatici Continental, siamo pronti ad entrare nel futuro dei veicoli elettrici.

Grazie ai suoi pneumatici di primo equipaggiamento, Continental è entrata a far parte della storia delle automobili e scriverà anche una parte del futuro della mobilità.

Per rendere omaggio agli pneumatici OE montati su auto del passato, del presente e del futuro, l’artista emergente newyorkese Julian Montague ha ideato e progettato una serie di grafiche chiamata "OE Heroes”.

A proposito dell’artista: Julian MOntague


Cresciuto a Buffalo, New York, fin dalla tenera età Julian Montague è circondato da un ambiente ricco di ispirazione che lascia ampio spazio alla sua creatività. Nel raccontare la sua città natale, dove tutt’ora vive e lavora, l’artista afferma “Buffalo sembrava grande il doppio della sua dimensione reale. Durante l’epoca vittoriana era una città molto ricca, con un’architettura imponente, dedicata a una città che è molto più importante di quello che sembra”.

L'apertura e lo spazio circostanti potrebbero aver contribuito al desiderio di Montague di lavorare attraverso tecniche non convenzionali. Che si tratti di pittura o fotografia, tecnica mista o opere concettuali, arte visiva o grafica, i molti aspetti che caratterizzano la sua creatività sono impossibili da tenere separati. “Le diverse pratiche si fondono tra loro continuamente. Il design e l’arte sono talmente sovrapposti che è necessario farli convivere. Qualsiasi idea o immagine può assumere molte forme”.

L’arte di Julian Montague nel design dell’auto

Come artista, Montague ha spesso a che fare con un argomento specifico, un’idea concreta, un concetto di base o un dettaglio minuzioso che analizza, disseziona e osserva minuziosamente al fine di creare una sua personale visione di essi. Egli afferma di sentirsi inquieto, ossessionato ma anche interessato e affascinato da soggetti di vario genere come carrelli della spesa o ragni, false copertine di libri o finti manifesti di mostre. Montague ripercorre, partendo dai giocattoli dell’infanzia, la sua fascinazione per le auto, protagoniste della serie grafica "OE Heroes”. L’artista pensa che “non si possa fare a meno di interessarsi alle auto nell’età adulta, dato che sin da bambini si conoscono a fondo questi oggetti che si utilizzano spesso per giocare”.

Auto iconiche che montano pneumatici continental IN PRIMO EQUIPAGGIAMENTO

Di seguito una selezione dei modelli di auto più celebri, di cui oltre 800 negli ultimi 150 anni hanno montato come primo equipaggiamento pneumatici Continental:

jULIAN moNTAGUE RACCONTA Il progetto artistico PER continental

Siamo andati a trovare Julian Montague nel suo studio, per osservarlo mentre crea questa serie artistica d’auto e per scoprire come riesce a trasformare una così ampia gamma di automobili, realizzate nel corso dell’ultimo secolo, in una galleria visivamente coerente e affascinante di icone del design automobilistico.

Start
Julian Montague
 
 

"Chi progetta queste auto vuole che sia la parte anteriore a caratterizzarne l’identità. Non vogliono che questa parte assomigli a quella di qualcun’altro, quindi per quanto mi riguarda tutti gli elementi visivi devono concentrarsi in quel punto. Per questo provo a smontarla e rimetterne insieme gli elementi cercando di donargli una forma semplice ed elegante"

Julian Montague
Artist Julian Montague driving through Buffallo, New York, in his car, a Saab 900

Inoltre, Montague conosce bene il ruolo fondamentale che le automobili giocano nella realizzazione del sogno americano. Infatti, Julian afferma: “l’America è un paese grande e c’è qualcosa di affascinante nell’idea di possedere un’auto. Potrei uscire dalla porta di casa mia e guidare fino a Los Angeles. È innegabile che possedere un’auto sia eccitante poiché permette molta libertà di movimento. Adoro i lunghi viaggi, la classica esperienza americana.”

Sebbene non rientri nella serie, Montague non ha resistito nel riprodurre la sua auto, una Saab 900. “Le Volvo e le Saab degli anni ’70, ’80 e ’90 hanno un certo tipo di fascino - riflette l’artista -. Si tratta di un design senza pretese, che riflette la sensibilità scandinava e che personalmente trovo affascinante. Non c’erano altre macchine che assomigliassero alla Saab 900”.

Dallo studio dell’artista al mondo – dove trovare le opere d’arte

Artist Julian Montague driving through Buffallo, New York, in his car, a Saab 900

Le opere di Montague sono state esposte nei musei e nelle gallerie di tutto il mondo. Sebbene il suo lavoro sia influenzato dalla corrente vintage, i suoi modi di interagire con il mondo dell’arte – e con il mondo in generale – sono decisamente moderni, con l’utilizzo dei social network per mostrare le sue nuove scoperte e i suoi ultimi lavori. “Oggi le opere vengono esposte in un mondo talmente globalizzato che è difficile sapere come le persone ne vengano a conoscenza” si meraviglia l’artista. Una volta che le sue grafiche d’auto vengono stampate su poster e distribuite ai concessionari di tutto il mondo, la sua arte è destinata a raggiungere un pubblico globale completamente nuovo, come gli amanti di auto iconiche – e dei loro pneumatici Continental OE.

SCARIca il tuo “oe hero” preferito:

Articoli Correlati

Primo equipaggiamento

Con il primo equipaggiamento Continental fai parte della più grande community al mondo per la sicurezza.

Scopri di più

Test e risultati

I pneumatici Continental ricevono continuamente le migliori valutazioni nei test indipendenti di tutto il mondo e questo non fa che confermare la qualità di un’esperienza di guida sicura, in tutte le condizioni.

Scopri di più

Competenza automotive

Dalla guida autonoma alla e-mobility, passando per la sostenibilità, scopri in che modo Continental supera il concetto di pneumatico e contribuisce a creare il futuro delle nostre autovetture.

Scopri di più

Trova il tuo pneumatico

La strada più veloce per trovare il giusto pneumatico.