Buon giro!
Buon giro!

la presa giusta per le scalate più grandi

La Vuelta Sponsor

Accanto al Tour de France e al Giro d’Italia, la Vuelta a España è uno degli eventi ciclistici più importanti del mondo. Questa gara affascinante trabocca di imprese eroiche e drammi intensi. Oltretutto, in quanto gran giro finale del calendario professionale, l'evento presenta un ulteriore aspetto critico: rappresenta l'ultima grande opportunità, per un ciclista ambizioso, di sfondare sul palcoscenico internazionale, o di riprendersi dopo una stagione deludente.

Tuttavia, il fatto che il partecipante sia un giovane talento promettente o un professionista provetto (che magari vuole regolare vecchi conti) non significa che gli organizzatori de La Vuelta gli renderanno la vita facile. Imprevedibilità e desiderio di sperimentare caratterizzano l'evento. Gli ultimi anni hanno visto tappe più corte, scalate ripide e un terreno sempre più imprevedibile man mano che il gruppo si avvicina alla linea del traguardo. Insomma, può succedere di tutto.

Mentre il 25 agosto a Malaga, sulla Costa del Sol, i concorrenti si allineano per la prima tappa de la Vuelta, Continental inizia il suo primo anno come sponsor ufficiale. E sette delle 22 squadre World Tour gareggeranno usando pneumatico da corsa della serie Competition Pro LTD. realizzati a mano con cura e attenzione per il dettaglio nello stabilimento Continental di Korbach, in Germania, questi pneumatici da corsa offrono una resistenza al rotolamento straordinariamente bassa, nonché un'ottima presa e un'elevata resistenza alla perforazione.

Una presa sicura per un compito impegnativo

Continental motorbike

Gli pneumatici dei ciclisti professionisti non sono gli unici pneumatici a fregiarsi del logo giallo Continental. I veicoli ufficiali de La Vuelta per il direttore della corsa, il personale medico, i cronometristi e l'assistenza sono dotati anch'essi di edizioni speciali degli pneumatici per motocicletta e automobile Continental, come il PremiumContact 6. I conducenti dei veicoli ufficiali de La Vuelta hanno un compito molto impegnativo e il comportamento in frenata dei loro pneumatici è d'importanza capitale. Ecco perché si affidano agli pneumatici Continental per garantire la sicurezza delle automobili e delle biciclette dell'evento.

L'obiettivo della sponsorizzazione di Continental de La Vuelta non è solo quello di mettere in mostra i nostri pneumatici ad alte prestazioni bensì anche quello di richiamare l'attenzione sulla nostra iniziativa Vision Zero, un mondo senza morti per traffico né incidenti. In questo contesto, la corsa è un'opportunità ideale per promuovere un maggiore rispetto reciproco tra i conducenti dei veicoli e i ciclisti, in modo che possano condividere la strada in sicurezza. Le campagne per “aumentare la distanza dal ciclista” con una distanza di 1,5 metri stanno già prendendo impulso in Spagna, nel Regno Unito e altrove.

Nella nostra azienda la sicurezza è una costante in tutti gli ambiti, dai sistemi specifici di sicurezza attiva e preventiva agli pneumatici per ogni tipo di veicolo, comprese le biciclette. Il fatto di essere sponsor ufficiali de La Vuelta rientra nel nostro impegno a favore dello sviluppo di prodotti di alta tecnologia e dell'aumento della sicurezza di tutti nella mobilità.

Jon Ander García, direttore generale di Continental Spagna e Portogallo
 

Vuelta a España 2018 / 25 agosto – 16 settembre

New content item

Il percorso

Con 3.271 km di lunghezza, la 73a Vuelta a España presenterà nove traguardi in quota e un paio di gare a cronometro. Un buon numero di traguardi in quota è sempre stata una caratteristica de La Vuelta, ma la seconda metà di quest'anno sarà particolarmente faticosa, con sei traguardi in quota distribuiti in otto tappe. Andorra sarà lo scenario delle ultime tappe di montagna della corsa, che porteranno alla tappa finale su strada a Madrid.

New content item

Le squadre

22 squadre professionali provenienti da tutto il mondo si sfidano a La Vuelta. Ogni squadra comprenderà solo otto ciclisti, portando il numero totale di ciclisti professionisti a 176. Saranno presenti gli UCI WorldTeam ufficiali come Team Sky e Movistar Team, ma ci saranno anche quattro incognite che aggiungeranno un pizzico di mordente in più all'evento.

New content item

Le tappe

La Vuelta prevede 21 tappe, più due giornate di riposo: una a Salamanca (3 settembre) e una a Santander (10 settembre). La partenza ufficiale sarà da Málaga dove, per la prima volta dal 2009, La Vuelta inizierà con una gara a cronometro individuale di 8 km. Una seconda gara a cronometro più lunga, di 32 km, avrà luogo a Torrelavega nella terza settimana.

Punti salienti del tour

Highlight (I): Prima fuga?

La Covatilla, nella tappa 9, sarà uno dei primi punti salienti del calendario dei favoriti della classificazione generale. Si tratta di una lunga tappa di montagna di 195 km, subito prima di una giornata di riposo, dove gli specialisti in scalata si sforzeranno al massimo per ampliare il proprio margine sugli specialisti in gare a cronometro.

 

Highlight (II): Scenario emblematico

Nella tappa 15 La Vuelta ritorna ancora una volta al leggendario traguardo in quota dei Lagos de Covadonga, affrontato per la 20a volta dal 1983. Con una scalata di 4.000 metri lungo 185 km, questa tappa ha una delle linee di traguardo più pittoresche del ciclismo. Prima di arrivarvi, tuttavia, i ciclisti dovranno scalare due volte il Mirador del Fito.

 

Highlight (III): Terreno inesplorato

Poi il gruppo entra in territorio inesplorato. La tappa 17 è la salita del monte Oiz, una scalata senza precedenti e potenzialmente problematica. Prima di raggiungere la linee del traguardo, i ciclisti dovranno affrontare una serie di pesanti pendenze lungo 3.000 metri.

 

Highlight (IV): La più dura della storia?

La tappa 20 de La Vuelta è forse la più dura della storia della corsa. in un breve tratto di 105 km, i ciclisti dovranno affrontare sei pesantissime salite e un traguardo in quota nella scalata più ripida di Andorra, il Col de la Gallina. Si tratta di 4.000 metri di salite verticali e, con i ciclisti prossimi allo sfinimento nel tratto finale, si prevedono grandi sorprese.

Temi correlati

Aumentare la distanza dal ciclista e rispettare la sicurezza di ogni utente della strada

New content item

Il sorpasso ravvicinato è intimidatorio e pericoloso per i ciclisti.

Scopri di più

Materiali compositi per pneumatici: una tecnologia più forte che mai

Una mescola del battistrada rivoluzionaria che combina le migliori proprietà in fatto di presa, velocità e durata.

Scopri di più

Utilizziamo i cookie per offrire agli utenti un’esperienza eccellente sul nostro sito web. Fai clic qui per scoprire di più o per modificare le tue impostazioni sui cookie.