Prodotti per veicoli industriali e speciali

New content item

I primi test dei pneumatici prodotti dal dente di leone

Continental, l'azienda multinazionale produttrice di pneumatici e fornitrice del settore automobilistico ha raggiunto un traguardo importante del suo progetto di ricerca per l'impiego industriale della gomma di tarassaco per la produzione di pneumatici. Durante l'IAA, la fiera internazionale per mobilità, trasporti e logistica di Hannover, del 2014 Continental ha presentato i primi prototipi di pneumatico prodotto con un materiale innovativo, battezzato dall'azienda Taraxagum, dalla denominazione botanica della pianta di tarassaco (taraxacum). La gomma naturale presente nelle fasce di battistrada dei prototipi di pneumatico è stata interamente sostituita con Tarassaco. Questa importante fase avvicina ulteriormente Continental al raggiungimento dell'obiettivo di rendere la produzione di pneumatici più sostenibile e meno dipendente dalle materie prime tradizionali.

Continental Green


Nicolai Setzer

“Dopo anni di lavoro nel campo dello sviluppo in collaborazione con l'Istituto Fraunhofer, siamo elettrizzati all'idea di portare sulle strade i primi pneumatici di tarassaco. Per sfruttare al meglio le materie prime prodotte finora, abbiamo deciso di costruire pneumatici invernali per autovetture, perché contengono una percentuale elevata di gomma naturale", ci spiega Nicolai Setzer, membro del Consiglio di Amministrazione Continental e responsabile della divisione Pneumatici. Continental si propone di introdurre l’impiego industriale della gomma di tarassaco e avviarne la produzione in serie entro i prossimi 5-10 anni. I pneumatici verranno testati sui circuiti di prova del Contidrom, vicino ad Hannover e ad Arvidsjaur, in Svezia. Come precisa Setzer: "Si tratta di un momento estremamente importante, perché non scenderemo a nessun compromesso in termini di prestazioni”.

Andreas Topp

“Il processo di sviluppo del Taraxagum si è rivelato finora estremamente promettente e Continental continuerà a portare avanti questo percorso di industrializzazione in collaborazione con i propri partner. Siamo fermamente convinti che i risultati delle nostre attuali ricerche saranno confermati dai test sugli pneumatici e che saranno all'altezza degli obiettivi che ci siamo prefissati in termini di prestazioni”, aggiunge Andreas Topp, responsabile dello Sviluppo Materiali e Processi e delle Applicazioni industriali per la divisione Pneumatici Continental. Grazie ad ampie ricerche, svolte in collaborazione con l’Istituto di biologia molecolare e di ecologia applicata (IME) Fraunhofer, il Julius Kühn-Institute e Aeskulap GmbH, azienda specializzata nella coltivazione di piante, è stata coltivata una specie di tarassaco russo molto resistente e ad elevato rendimento.

L’obiettivo a lungo termine del progetto è quello di individuare una soluzione ecologica, nonché valida dal punto di vista economico e sociale, per la crescente domanda di gomma naturale. Il tarassaco russo può essere coltivato su appezzamenti di terreno precedentemente inutilizzati, in regioni temperate in tutta Europa, collocati altresì in prossimità degli stabilimenti di pneumatici di Continental, il che consente di ridurre le distanze di trasporto e l’impatto ambientale. Nel maggio 2014, è stato assegnato il premio GreenTec Award al progetto della gomma di tarassaco, prestigioso riconoscimento in campo ambientale ed economico, per la categoria trasporti automobilistici.

Taraxagum