Prodotti per Auto / Van / 4x4

Press

Press

Dopo un buon primo semestre, Continental migliora le previsioni per il margine EBIT rettificato all’11%

01/08/2015
Primo Semestre


  • I ricavi cresco del 15.8% per un valore di € 19,6 miliardi dopo sei mesi
  • L’utile netto cresce a oltre € 1,4 miliardi
  • EBIT a più di € 2,1 miliardi
  • Il free cash flow prima delle acquisizioni sale in maniera significativa a € 882 milioni
  • La forza lavoro sale ulteriormente a oltre 205.000 dipendenti

Hannover, agosto 2015. Dopo un positivo primo semestre, il Gruppo Continental aumenta le previsioni di guadagno per l’esercizio 2015. “Puntiamo ad ottenere un margine EBIT rettificato di circa l’11% per il 2015, dopo aver precedentemente anticipato un margine di oltre il 10,5%. In considerazione del positivo sviluppo del primo semestre dell’anno, rivediamo al rialzo le previsioni per il free cash flow prima delle acquisizioni da almeno € 1,5 miliardi ad almeno € 1,8 miliardi”, afferma Elmar Degenhart presidente dell’Executive Board di Continental in occasione della presentazione della semestrale.
“Abbiamo dimostrato la nostra forza in un contesto impegnativo e dato seguito al buon primo trimestre del 2015 con un’ulteriore crescita del 4,4% prima delle variazioni dell’area di consolidamento e gli effetti del tasso di cambio nel secondo trimestre. Ciò è anche da attribuire alla crescita a doppia cifra in Asia. Nonostante in quel continente ci sia stato un rallentamento nel tasso di crescita della produzione di auto, prevediamo uno sviluppo stabile del business nel secondo semestre allo stesso alto livello già raggiunto” spiega Degenhart.
 

EBIT


I ricavi del Gruppo sono cresciuti del 15.8%, anno su anno, pari a € 19,6 miliardi nel primo semestre 2015. L’utile netto attribuibile agli azionisti della Capo Gruppo è cresciuto dell’11.1% pari a oltre € 1,4 miliardi. Di conseguenza, i guadagni per azione sono saliti a € 7,24 in confronto agli € 6,52 nello stesso periodo dello scorso anno. Al 30 giugno 2015, l’EBIT è aumentato del 19.4%, anno su anno, al valore di oltre € 2,1 miliardi. Ciò equivale ad un margine dell’11.0% rispetto al 10,7% del 2014. L’EBIT rettificato è salito del 17,6%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ed è pari a € 2,3 miliardi. Il martine EBIT rettificato al 30 giugno 2015 era pari al 12,2% contro l’11,6% del 2014.

Il Free cash flow prima delle acquisizioni ha visto un significativo incremento anno su anno di € 240 milioni del valore di € 882 milioni. Il Free cash flow al 30 giugno è stato di € 282 milioni.

“La nostra solidità finanziaria, ci ha consentito e ci consentirà di proseguire nel finanziamento dell’acquisizione di Veyance Technologies e nel pagamento dei dividendi, così come l’acquisizione della Elektrobit Automotive GmbH con i nostri propri fondi e linee di credito esistenti. Riscatteremo anche il nostro bond in dollari statunitensi del volume di $ 950 milioni all’inizio di settembre di quest’anno, quattro anni prima della sua data di scadenza. Attualmente ci sono altri strumenti di debito con condizioni molto più vantaggiose rispetto al prestito obbligazionario. Nelle prossime settimane, decideremo quali utilizzare in futuro” rivela il CFO Wolfgang Schäfer. “Il nostro indebitamento netto, al momento, è previsto sotto gli € 4 miliardi per la fine dell’anno” conclude Schäfer.

Al termine del primo semestre, l’indebitamento netto di Continental è stato pari a € 4,2 miliardi, in crescita di € 37 milioni rispetto allo stesso periodo del 2014. In confronto alla fine dello scorso anno, è stato superiore di € 1,4 miliardi, per l’acquisto di Veyance Technologies alla fine di gennaio 2015. Il rapporto di indebitamento del 34.1% (42.4% nel 2014).

Al 30 giugno 2015, Continental ha una riserva di liquidità di € 6,4 miliardi, di cui € 2,3 miliardi cash ed equivalenti e € 4,1 miliardi in linee di credito impegnate, inutilizzate.

La spesa per interessi è calata di € 30 milioni, anno su anno, attestandosi a € 178 milioni. La spesa netta per interessi è crollata di € 42 milioni, anno su anno, a € 99 milioni nel primo semestre 2015. Per l’intero anno, Continental anticipa ancora spese nette di interessi di circa € 300 milioni nonostante il riscatto anticipato del bond in dollari.

Nel primo semestre 2015, Continental ha investito € 816 milioni in proprietà, impianti e attrezzature, e software. Il tasso di spesa in conto capitale è stato pari al 4,2% contro il 4,7% nello stesso periodo del 2014. Le spese per Ricerca e sviluppo sono cresciute del 18,7%, anno su anno, per un importo di € 1,3 miliardi nel primo semestre 2015, pari al 6,5% dei ricavi, in confronto al 6,3% nello stesso periodo dell’anno precedente.

Continental ha creato ancora una volta nuovi posti di lavoro. Alla fine del secondo trimestre 2015, il gruppo ha registrato oltre 205.000 dipendenti, circa 16.000 più rispetto a fine 2014. Il numero di dipendenti nell’Automotive Group è aumentato di quasi 4.000 unità, quale risultato della crescita dei volumi di produzione e l’espansione di ricerca e sviluppo. Nel Rubber Group, l’ulteriore incremento della capacità produttiva e dei canali di vendita e l’acquisizione di Veyance Technologies dalla Divisione ContiTech hanno comportato un aumento di circa 12.000 dipendenti. Confrontato con il dato del 2014, il numero dei dipendenti del gruppo è cresciuto di circa 19.000 unità.

Nel primo semestre 2015, l’Automotive Group ha generato ricavi di € 11,9 miliardi. Al 9,1%, il margine EBIT rettificato è stato più alto del livello del 2014 dell’8,4%.

Il Rubber Group ha generato ricavi di € 7,7 miliardi nel primo semestre 2015 e migliorato il margine EBIT rettificato di 1,3 punti percentuali, anno su anno, al 18,6%.

Contatti
Alberto Bergamaschi
Alberto Bergamaschi

Press & PR Manager

Continental Italia SpA
Via G. Winckelmann 1, 20146 Milano

+39 02.42410246