Prodotti per Auto / Van / 4x4

Il Gruppo

Il Gruppo

Pneumatici per il futuro

Go Green: “Sviluppiamo la sostenibilità”

Preservare le risorse e limitare il consumo di carburante sono i nostri obiettivi chiave nello sviluppo dei pneumatici

Per Continental il tema della sostenibilità è sempre in cima alle priorità. Esperti dei campi più disparati lavorano costantemente nelle divisioni che si occupano di ricerca e sviluppo, dei test e delle fasi produttive per rendere i pneumatici di domani sempre più efficienti in termini di consumi energetici e sostenibili durante la produzione, l'utilizzo e nelle fasi di riciclo. Durante le fasi di questo processo, vengono messi in discussione tutti i componenti del pneumatico e sostituiti se necessario con materiali più compatibili con l'ambiente. E l'attenzione alla maggiore sostenibilità in Continental abbraccia anche il processo produttivo. Ad esempio, è stato introdotto un processo innovativo per reimmettere la gomma di scarto nel ciclo produttivo, permettendo così alla gomma dei pneumatici autocarro a fine vita di essere riutilizzata durante la ricostruzione.

Go Green

I pneumatici per veicoli ibridi ed elettrici aiutano a ridurre le emissioni di CO2

L'ultimo prodotto introdotto nella gamma Continental è un pneumatico speciale per veicoli ibridi, che è caratterizzato da una riduzione del 30% circa della resistenza al rotolamento rispetto ad un pneumatico standard. Grazie a questo pneumatico, le vetture ibride possono ridurre le distanze coperte con l'aiuto della loro forza di combustione interna e aumentare i tratti percorsi con la modalità elettrica. I nostri sviluppatori di pneumatici non hanno accettato compromessi sulle caratteristiche rilevanti per la sicurezza, come testimonia il valore dell'Etichetta Europea A sia per la resistenza al rotolamento sia per la frenata sul bagnato.


Go Green

La gomma dal dente di leone e la "piantagione accanto all'impianto produttivo"

Uno dei temi legati alla sostenibilità di Continental, che è stato maggiormente sotto i riflettori, è legato alla "gomma dal dente di leone". In questo progetto l'azienda ha collaborato con l'Istituto Fraunhofer per la Biologia Molecolare e l'Ecologia Applicata, IME. L'obiettivo è quello di utilizzare il lattice naturale ottenuto dalle radici del dente di leone come sostituto utilizzabile del lattice naturale proveniente dalle foreste pluviali. Il dente di leone può anche essere coltivato in terreni che non sono adatti per le coltivazioni destiante all'alimentazione, in modo che lo sviluppo di "piantagioni accanto all'impianto produttivo" nell'Europa Centrale abbia un senso economico ed al contempo ecologico. Le distanze di trasporto più brevi portano ad una notevole diminuzione delle emissioni di CO2; possono essere ridotte le colture di alberi da gomma nelle foreste pluviali; la produzione di pneumatici può ridurre il rischio legato all’instabilità dei prezzi del mercato mondiale della gomma. Considerando che in un pneumatico per auto la quantità di gomma utilizzata e proveniente da alberi di gomma (Hevea brasiliensis) varia dal 10 al 30% circa, i benefici sono evidenti.

Continental futuro e sostenibilità